News

Le migliori proprietà della quinoa e i benefici per l'organismo

La quinoa è molto nutriente ma non eccessivamente calorica: apporta infatti 372 calorie per 100 grammi. Le sue proprietà ne fanno un alimento particolarmente adatto a chi sta seguendodiete dimagranti e necessita di energie e minerali senza dover assumere alimenti che appesantiscano e ingrassino. È infatti ricca soprattutto di proteine e fibre alimentari, oltre ad essere ricca di minerali non molto diffusi, come il magnesio, che aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari, le aritmie e l'ipertensione.

È ricca anche di potassio e fosforo, aiutando quindi a prevenire soprattutto la perdita di tono muscolare e i crampi. Le fibre alimentari invecefavoriscono la digestione, risolvendo il problema della costipazione e diventando quindi un ottimo alleato per la pancia piatta. La quinoa contiene anche vitamina E, un antiossidante che aiuta a combattere i radicali liberi e l'invecchiamento cellulare.

Essendo invece priva di glutine, è indicata nelle diete per chi soffre di celiachia. Nella quinoa sono contenute anche lisina evitamina C, che svolgono un'azione attiva nel contribuire alla stabilità del tessuto organico, i 9 aminoacidi essenziali necessari al funzionamento del nostro organismo (istidina, isoleucina, leucina, lisina, metionina, fenilalanina e triptofano) e vitamina B2, in grado di ridurre la frequenza degli attacchi di emicrania.

L'utilizzo in cucina: ecco perché la quinoa è un superalimento

Si dice che la quinoa sia un superalimento, proprio come la curcuma, perché concentra in sé molte proprietà, offre innumerevoli benefici per la salute, e per di più è un ingrediente con molti usi in cucina, adatto ai piatti estivi come le insalate o a piatti più generici e golosi come le polpette.

Non solo aiuta nelle diete, ma offre molti spunti sui menù da usare nella dieta del supermetabolismo, uno dei regimi alimentari che fa maggiormente uso della quinoa. Prima di passare alla cottura è bene sciacquare la quinoa, al fine di eliminare le tracce di saponine presenti sui suoi chicchi che altrimenti conferirebbero un gusto amarognolo all’alimento.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni